Gestione del rischio

resources-risk

La gestione del rischio combina diverse idee per controllare il rischio insito nel trading. Senza una buona gestione del rischio non è possibile avere successo nel trading sui mercati finanziari.

Alcuni esempi di come gestire il rischio di trading è di:
  • Aprire posizioni di trading più contenute che riducano le perdite possibili per operazione.
  • Evitare certi orari di trading per aprire degli ordini in corrispondenza di annunci finanziari o quando si prevede una volatilità elevata.
  • Applicare sempre ordini di stop loss su tutte le posizioni aperte.

Rischio per operazione

È importante controllare le perdite e aprire posizioni più contenute per evitare grandi oscillazioni del patrimonio del conto. Alcuni analisti consigliano di rischiare solo l’1% o il 2% del patrimonio disponibile sul conto per ogni operazione. In questo modo vi sono più probabilità di poter rimanere operativi nel lungo periodo.

Ad esempio, se hai un patrimonio di 1000€ sul tuo conto di trading e rischi solo l’1% del tuo patrimonio per singola operazione, il massimo che si può perdere per singola operazione è 10€. Una perdita dell’1% significa che bisogna non avere successo 100 volte di fila prima di perdere la maggior parte del patrimonio sul conto.

Ogni trader deve determinare la percentuale di rischio per operazione più opportuna o qualsiasi altra componente di gestione del rischio in modo individuale a seconda della propria strategia di trading, degli asset liquidi, della dimensione del portafoglio, ecc.

Leva

Uno dei vantaggi del trading sui mercati forex è la disponibilità di una leva elevata. Utilizzare una qualsiasi leva significa prendere in prestito denaro dal broker. Utilizzando una leva si possono registrare importanti oscillazioni dei guadagni, ma anche perdite devastanti. Maggiore è la leva utilizzata, maggiore è anche il rischio presente sul proprio conto di trading.

Ad esempio, una leva di 1:100 significa che con un deposito di 1000€ è possibile aprire una posizione massima di 100.000€. Una perdita di un pip in questa situazione comporterebbe una perdita di trading di 10€, mentre una perdita di 50 pip comporterebbe una perdita di 500€. Nel caso in cui il mercato si dovesse muovere dell’1% in posizione contraria dal punto di ingresso, in teoria si potrebbe perdere il 100% dell’investimento iniziale. In alcune circostanze è possibile perdere anche più del 100% del proprio patrimonio. Questo può avvenire se si apre una posizione con l’importo massimo consentito e il mercato apre con un gap di prezzo la domenica sera.

We generally recommend our clients use lower leverage in order to avoid higher risk.

Stop Loss

Gli ordini di stop e limite sono una parte integrante della gestione del rischio. Gli ordini di stop loss vengono utilizzati per limitare le perdite di un’operazione o per consolidare i benefici nel caso in cui il prezzo di una coppia valutaria si muova nella direzione opposta a quella prevista per la posizione del trader. I trader più esperti utilizzano sempre ordini di stop loss per limitare le perdite, in quanto questo preserva il patrimonio del conto, che potrà essere utilizzato successivamente in altre operazioni, potenzialmente vincenti.

Le informazioni qui fornite sono state prodotte da terzi e non riflettono l’opinione di Vipro Markets. Vipro Markets ha riprodotto le informazioni senza alcuna alterazione o verifica e non garantisce che il materiale sia accurato, aggiornato o completo e pertanto non bisogna considerarlo tale. Le informazioni non costituiscono una raccomandazione o un’offerta di acquisto o vendita, una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita di valori mobiliari, prodotti finanziari o strumenti o di adottare una particolare strategia di trading. Invitiamo i lettori del presente contenuto di richiedere una consulenza autonomamente. La riproduzione o ridistribuzione delle presenti informazioni non è consentita.